COMUNICATO STAMPA: REGOLE? UN OPTIONAL!

Il rispetto delle regole è alla base di ogni società civile, giusta e democratica ed è doveroso per ogni singolo individuo. Ancor di più deve essere avvertito e praticato da coloro che si propongono per ricoprire ruoli pubblici e di responsabilità nei confronti della collettività. Invece, anche a questa tornata elettorale, vediamo disattese le disposizioni – in merito alla propaganda – da parte di alcuni gruppi politici, compresi coloro che criticano, giustamente, il Sindaco uscente per l’uso di canali istituzionali per la propria campagna elettorale. È legittimo denunciare qualsiasi irregolarità, per un corretta competizione, ma è altrettanto vero che per avere il diritto di farlo, senza essere ipocriti e pretestuosi, si DEVE dare prima il BUON ESEMPIO. La disciplina sulla propaganda elettorale, secondo la circolare del Ministero dell’interno – Servizio Elettorale – n. 1943/V dell’8 aprile 1980 recita (confermata dall’ultima circolare del Ministero n.14/2017): “[…] I manifesti di propaganda elettorale possono essere affissi solo all’interno delle sedi dei partiti e dei comitati […] Pertanto, per la violazione della norma di cui all’art.8, comma 3, della Legge n. 212/1956, requisito essenziale è che il manifesto sia affisso in luogo pubblico, cioè tale che si offra alla visione pubblica: l’illecito, dunque, non ricorre quando il manifesto, posto ad almeno 50 cm dalla vetrina, sia visibile al passante, che si fermi dinanzi ad un locale che, per essere fornito di vetrine, consenta anche la visione all’interno. Per esemplificare: costituisce illecito il manifesto affisso sulla vetrina verso l’esterno; di contro, non costituisce illecito il manifesto affisso all’interno del locale e visibile all’esterno attraverso la vetrina.” Queste disposizioni vengono ignorate in modo recidivo e ogni volta che ci sono elezioni delle elezioni, le vetrine delle sedi elettorali vengono tappezzate di SPOT! Nel 2015 lo abbiamo denunciato e sono state comminate le conseguenti sanzioni. Lo abbiamo dovuto fare anche questa volta denunciando queste irregolarità alle autorità competenti. Continueremo a farlo nel caso continuassero. Siamo il Paese con più leggi e regole ma nel quale la SOLITA politica è la prima a violarle. Se questi sono ancora i presupposti…gli effetti non potranno essere diversi da quelli attuali.

#SiamoAlleSolite #LiberateLeVetrine #LOnestàTorneràDiModa
#CAMBIAMO #PI5TOIA #Pistoia #Amministrative2017

Post di Facebook: https://www.facebook.com/movimento5stellepistoia/posts/643775912499248:0

COMUNICATO M5S: Evento LEGALITÀ – SICUREZZA – APPALTI 19 Maggio ore 21 – LE FORNACI

Venerdì 19 maggio alle ore 21.00 presso il Circolo delle Fornaci incontreremo i cittadini per parlare di sicurezza e legalità. Due temi interconnessi ed estremamente attuali che riguardano molti aspetti della vita quotidiana, dalla sicurezza nei quartieri alla gestione della macchina amministrativa a tutti i livelli.
Abbiamo scelto le Fornaci come location per parlare di questo tema così sentito perché vogliamo dare un segnale forte ed alzare il livello di attenzione su tutte quelle zone abbandonate dall’attuale e dalle precedenti amministrazioni.
Ormai ogni giorno sentiamo parlare di arresti e condanne per corruzione, siamo convinti che sia una “consuetudine” da sradicare totalmente. Senza legalità non esiste giustizia né buon governo né ci potrà mai essere il benessere della collettività.
Saranno presenti: Nicola Maglione – candidato Sindaco per il M5S, Alfonso Bonafede – portavoce M5S alla Camera, Gabriele Bianchi – portavoce M5S alla Regione Toscana, Renato Scalia – ex DIA e consigliere della Fondazione A.Caponnetto – Maurizio Pascucci – Movimento antimafie
Dalle ore 20.00 apericena di autofinanziamento
Pistoia 18 Maggio 2017 ​​

COMUNICATO STAMPA: Giunta di Pistoia indagata

Sono notizie di questi giorni il processo “Untouchables”, arrivato a sentenza di primo grado con condanne di numerose persone, tra cui dirigenti e funzionari del Comune, e l’iscrizione nel registro degli indagati di alcuni assessori e del Sindaco.
Al netto delle vicende giudiziarie, per le quali il M5S ripone piena fiducia nella Magistratura, riteniamo comunque doveroso esprimere una considerazione politica: questo sistema politico/amministrativo, in continuità con le precedenti amministrazioni, è stato ed è caratterizzato da opacità, inefficienza e totale mancanza di controlli sulle spese e sui servizi.
Lasciamo ai cittadini pistoiesi le valutazioni del caso, fiduciosi nella loro capacità di giudizio

Movimento 5 Stelle Pistoia

#Pistoia #Pi5toia #MoVimento5stelle #Sindaco #CambiamoAria

COMUNICATO STAMPA: belliti & 5stelle. «È L’ORA DI UN CAMBIAMENTO RADICALE A PALAZZO DI GIANO»

PISTOIA. In riferimento alle recenti notizie riguardanti l’iscrizione nel registro degli indagati del Vicesindaco Daniela Belliti, il Movimento 5 Stelle di Pistoia conferma la propria linea già espressa nel 2014 proprio in relazione a un’indagine che riguardava sempre l’assessore Belliti.

La magistratura deve andare avanti in tranquillità, certo però che una riflessione politica è dovuta.

Prima le dimissioni improvvise del Presidente del Consiglio Comunale che parla di “ecatombe amministrativa” sulla vicenda Palacarrara, poi le indagini che persistono su Vicesindaco e Giunta, il tutto durante l’anno in cui Pistoia è capitale della Cultura.

Decisamente non è un bel biglietto da visita per la nostra città, visto quello che implicano queste vicende.

Sicuramente il quinquennio bertinelliano non si conclude nel migliore dei modi, resta da vedere che giudizio ne daranno i cittadini a maggio nel segreto dell’urna.

Per quanto ci riguarda è l’ora di un cambiamento radicale a Palazzo di Giano

MoVimento 5 Stelle Pistoia